Home » Blog » Voglio di più (non mi basta mai)

Voglio di più (non mi basta mai)

Voglio di più (non mi basta mai)

Ricordate la tassa sugli yacht del governo Monti? Un flop. Doveva rimpinguare le casse dello Stato, e invece le barche – insieme alle relative tasse dovute – se ne andarono un po’ più in là, oltre confine. Lo Stato non solo non aumentò le entrate ma ne ebbe addirittura meno di quante ne aveva prima. Qualcosa di simile è successo con le accise sulla benzina: complice la crisi, il consumo e il gettito si sono abbassati anziché aumentare. Il nuovo Parlamento sembra non avere capito la lezione, come riporta questo lucido articolo di Libertiamo.
Ecco, non basta l’ennesimo ritocco all’insù per tabacco, alcol o benzina. O inventarsi l’ennesimo nuovo balzello, come quelli già proposti su bibite gassate e perfino l’acqua in bottiglia. Quando verrà tassato il cioccolato? La creatività in questi casi non ha limiti.
Bisogna pensare che dietro le aliquote ci sono le persone e le loro vite. E i cittadini potranno sempre rinunciare a qualcosa, o andare un po’ più in là. Potranno pensare a come evadere o eludere. Oppure saranno costretti a chiudere i battenti di una piccola attività. Ma questo vuol dire che ci sarà sempre meno da prendere, fino a quando non ci sarà più nulla. Agli amanti delle tasse (e ce ne sono) chiediamo: non è una follia?

-
Tutti i post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *