Home » Blog » Si accende il dibattito sulle e-cig

Si accende il dibattito sulle e-cig

Si accende il dibattito sulle e-cig

La scorsa settimana la Francia ha annunciato una svolta nella regolamentazione delle sigarette elettroniche, che stanno registrando un grande diffusione anche nel Paese transalpino. Come riportato da Repubblica il Ministro della Salute del governo Hollande, Marisol Touraine, ha dichiarato:
Bisogna dire che una sigaretta elettronica è fumare – ha osservato il ministro – La sigaretta elettronica non è un prodotto banale. Dobbiamo applicare le stesse misure che sono applicate per il tabacco“.
Oltre al divieto nei luoghi pubblici, la Touraine ha parlato anche del divieto di vendita ai minori di 16 anni, oltre a quello di fare pubblicità al prodotto.

La notizia ha fatto molto rumore nel nostro Paese, dove, in pochi mesi, i consumatori di sigarette elettroniche hanno superato il mezzo milione. Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, prima di prendere provvedimenti e riconoscendo “che si tratta di una materia molto complicata”, attendeva un parere del Consiglio Superiore di Sanità. Che è arrivato rapidamente, ispirato alle decisioni francesi. Il Corriere della Sera riporta:

Vietare la sigaretta elettronica nei luoghi pubblici, e in particolar modo nelle scuole, al pari della «bionda» classica. È questo il parere del Consiglio Superiore di Sanità, che raccomanda anche precauzioni per l’utilizzo delle e-cig da parte dei giovani e attenzione alle categorie a rischio come le donne in gravidanza. Il parere, non vincolante e ispirato «alla migliore evidenza scientifica, alla protezione delle fasce deboli e alle azioni del governo francese», è stato trasmesso al ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

La Direttiva sui Prodotti del Tabacco (TPD) attualmente in esame nelle Commissioni del Parlamento Europeo rischia in ogni caso di rimescolare le carte su questo terreno. La direttiva prevede di coprire il 30% delle e-cig con warning sulla loro pericolosità, e di vendere i prodotti con un livello di nicotina eccedente i 2 mg per unità o i 4 mg per ml esclusivamente in farmacia.
Voi cosa ne pensate?

-
Tutti i post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *