Home » Blog » La Germania vuole una dieta per l’Unione Europea

La Germania vuole una dieta per l’Unione Europea

La Germania vuole una dieta per l’Unione Europea

Interessanti i risultati di sondaggio realizzato da YouGov Deutschland per OpenEurope in relazione all’atteggiamento che il governo tedesco dovrebbe avere verso l’Europa. Ebbene, la maggioranza dei tedeschi si é espressa nettamente a favore di un “dimagrimento” dell’Unione Europea, vale a dire di una devoluzione di molti poteri dalla UE agli stati nazionali. Non diversamente peraltro da quanto registra in altri paesi europei.

Fiducia. Di 13 istituzioni prese in considerazione, quelle in cui gli elettori tedeschi risultano avere meno fiducia sono il Parlamento Europeo (33%) e la Commissione Europea (30%). In cima alla graduatoria c’è invece la Corte Costituzionale nazionale, ben vista dal 70%.

Dimagrimento UE. A volere una UE più snella è il 41% dei cittadini. Il 36% propende per lo status quo.

Devoluzione di poteri. Favorevoli a devolvere poteri dalla Ue allo Stato nazionale e/o a livello locale in 8 settori sarebbero però il 50% dei cittadini (contrario il 26%). In particolare:

  • Il 60% chiede più poteri nazionali per bloccare leggi europee non gradite (24% non d’accordo)
  • Il 58% vorrebbe che i sussidi agricoli siano decisi a livello nazionale (26% contrario)

Qui tutti i risultati

-
Tutti i post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *