Home » Blog » La bussola della libera scelta

La bussola della libera scelta

La bussola della libera scelta

“La cifra comune dei provvedimenti in discussione a Roma e Bruxelles è una forte restrizione delle opzioni disponibili. L’evidenza storica autorizza a dubitare dell’efficacia del proibizionismo, che porta con sé rischi considerevoli, per esempio, quello di danneggiare settori industriali floridi con il risultato di favorire il commercio illegale: il che ridurrebbe ulteriormente le garanzie per i consumatori. È, poi, necessario chiedersi se davvero l’obiettivo della tutela della salute debba prevalere sulla libertà di ciascuno di determinare da sé il proprio stile di vita; a maggior ragione in un momento come questo, in cui l’informazione sui danni del fumo è capillare e i surrogati del tabacco sono facilmente accessibili. In un territorio dominato dai veti incrociati di interessi particolari, l’unica bussola del legislatore dovrebbe essere rappresentata dalla libertà di scelta degli individui.”

Lo scrive Massimiliano Trovato, sul tentativo di sottoporre le e-cig a un regime di tassazione punitivo e sulla direttiva sui prodotti da tabacco in discussione presso il Parlamento Europeo (qui il testo completo).
Con lo stesso spirito Save the Choice propone una petizione che puoi firmare qui.

-
Tutti i post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *