Home » Blog » Come fare a capire il gergo del Parlamento europeo?

Come fare a capire il gergo del Parlamento europeo?

Come fare a capire il gergo del Parlamento europeo?

Vi siete mai chiesti che cosa voglia dire essere relatore di una proposta legislativa in Parlamento? Perché si parla solo di relazioni? Perché la Plenaria attira così tanta attenzione? Ecco una breve introduzione sul funzionamento del Parlamento europeo.

Relazione
La procedura legislativa inizia con una proposta della Commissione europea. La proposta è in primo luogo discussa dalla commissione parlamentare competente, che nomina uno dei suoi membri come relatore al fine di redigere la posizione del Parlamento sulla proposta della Commissione. La posizione è presentata in una relazione che di solito include le modifiche o gli “ammendamenti” della proposta.

Relatore
Il relatore è l’europarlamentare che deve redigere la posizione del Parlamento. Fin dall’inizio della procedura il suo nome è associato al testo legislativo.
Il relatore assicura che i gruppi politici del Parlamento raggiungano un accordo su un testo definitivo e spesso propone degli emendamenti di compromesso. Poiché il Parlamento rappresenta solo una delle due istituzioni legislative dell’UE, il relatore negozia anche con i rappresentanti del Consiglio per cercare un accordo tra le due istituzioni.

Relazione d’iniziativa
Le Commissioni parlamentari possono anche produrre delle relazioni d’iniziativa su questioni di loro competenza. Queste relazioni sono finalizzate ad esprimere un parere su una questione data. Sono uno strumento politico prezioso per il Parlamento, in particolare per rispondere a una proposta politica generale della Commissione.

Prima/Seconda/Terza lettura
Secondo la procedura legislativa ordinaria, il Parlamento può prendere in considerazione una proposta legislativa per tre volte. Una seconda o una terza lettura sono necessarie solo se non si è raggiunto un accordo in prima lettura con il Consiglio. In seconda lettura, il Parlamento deve prendere in considerazione la posizione del Consiglio, che ha già modificato il testo approvato in precedenza dal Parlamento, e decidere se accettarlo o modificarlo a sua volta.
La terza lettura è l’ultima possibilità per adottare un testo legislativo. In questa fase, il Parlamento e il Consiglio si riuniscono per dei negoziati finali, noti come conciliazione.

tratto dal sito del Parlamento europeo

-
Tutti i post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *