Home » Blog » Apram, Bmm, Ecta, Marques e Union-Ip contro la direttiva sul tabacco

Apram, Bmm, Ecta, Marques e Union-Ip contro la direttiva sul tabacco

Apram, Bmm, Ecta, Marques e Union-Ip contro la direttiva sul tabacco

Domani, il 10 luglio, la commissione del Parlamento Europeo su Ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare (Envi) voterà sulla proposta di revisione della Direttiva sui prodotti del tabacco (Tpd). Nei giorni scorsi, in una dichiarazione congiunta, cinque associazioni internazionali per la tutela dei marchi – Apram, Bmm, Ecta, Marques e Union-Ip – hanno espresso tutte le loro perplessità sulla proposta, “incoraggiando” i membri della commissione Envi, oltre ai membri del Parlamento Europeo, “a votare contro” la revisione della direttiva.

Le associazioni riportano l’opinione della Commissione Giuridica (Juri), secondo la quale: “alcune disposizioni della proposta della Commissione sollevano seri dubbi circa la conformità ai diritti fondamentali, come il diritto alla proprietà, il diritto alla libertà di espressione e all’informazione e la libertà di svolgere un’attività commerciale. Questi diritti sono contenuti nella Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea”.

“Inoltre, tale legislazione – avvertono le associazioni – potrebbe causare un effetto domino o di propagazione su altri prodotti o settori industriali, soprattutto quelli che sono già soggetti a specifici vincoli obbligatori come alcol, alimenti, farmaci, dolciumi, bevande, cosmetici e automobili”. “E’ fondamentale che il Parlamento Europeo – conclude la dichiarazione – non trasmetta un messaggio preoccupante alla Business Community relativamente a questo impegno a rispettare e a tutelare i diritti di Proprieta’ Intellettuale”

Per l’appello completo delle cinque associazioni rimandiamo allo statement originale a questo indirizzo

Ferma i divieti! Firma la petizione e condividi

-
Tutti i post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *